sabato 26 marzo 2011

perché dormo con te

Io non ti "permetto" di dormire nel lettone: tu sei qui, ogni notte, non per mia concessione ma perché questo e' il solo modo che il tuo papa' ed io abbiamo per abbracciarti e coccolarti mentre sogni, e magari sogni di noi.
Tu non dormi nel lettone perché devo allattarti, ne' perché devo controllare se respiri, o se rigurgiti, o se stai bene; non dormi qui perché io possa meglio vegliare su di te, ma semplicemente perché io, noi, non potremmo passare un'ora - figurarsi una notte intera - lontani da te, che sei stato così amato ancor prima di essere vita dentro di me.
Tu dormi qui e non stiamo scomodi anche se così piccino occupi oltre meta' del letto, e non abbiamo freddo anche se ti scopri e porti via il piumone.
E non e' vero che ci sentiamo minacciati dalla tua presenza fra di noi: il tempo passato a guardarti sognare non sottrae qualcosa al nostro essere adulti, all'amore, alla relazione...
Dormire abbracciati e' un incantevole ritrovarsi, finalmente insieme, in un abbraccio lungo una notte, che tutte le notti si ripete con immutata tenerezza.
E non mi importa di chi dice che non te ne andrai mai a dormire nel tuo letto: io non conto il tempo che manca al tuo diventare grande ogni giorno, ma conto ogni giorno il tempo che manca per abbracciarti di nuovo un'altra notte.
Sogni d'oro bambino mio.

3 commenti:

  1. bello!
    anche io e mio marito la pensiamo così...
    stare nel lettone tutti insieme è bellissimo!

    RispondiElimina